Aumentano I Rifiuti Non Differenziati A Borgosesia

Sempre più spesso, a Borgosesia, gli operatori della Seso trovano sacchi di rifiuti non differenziati appoggiati accanto ai contenitori: una situazione che va corretta, e anche rapidamente, per evitare che al caro bollette energetiche i borgosesiani debbano aggiungere anche il rincaro delle spese per lo smaltimento dei rifiuti.

 

«Partiamo da qualche dato, per far meglio comprendere il problema ai cittadini – dice Marisa Varacalli, amministratore unico di Seso – 10 chili di indifferenziato comportano una spesa di smaltimento di 1,40 euro, se invece i cittadini differenziano, gli stessi 10 kg di rifiuti differenziati invece producono un guadagno ( 0,15 euro per 10 kg di vetro, 1,20 per 10 kg di carta, 3,50euro per 10 kg di plastica). Le voci in positivo vanno a calmierare i costi che devono poi essere suddivisi tra gli utenti con le bollette, quelle in negativo invece li aumentano. Ad oggi ogni settimana dobbiamo smaltire 3 camion compattatori di rifiuti indifferenziati – spiega ancora l’amministratrice – con un costo di 3.500 euro per camion, pari a 10.500 euro a settimana. Una spesa che possiamo contenere grazie ad un piccolo sforzo da parte dei cittadini – sottolinea Varacalli – ai quali chiediamo semplicemente di differenziare i loro rifiuti mettendo la plastica, il vetro, la carta nei rispettivi bidoni e riservando all’indifferenziato solo una piccola quota».

 

Presto verrà distribuito un volantino informativo agli utenti: «Ogni utente dispone di un contenitore apposito per l’indifferenziato (chi non ce l’ha ancora, venga a ritirarlo) – spiega il direttore di Seso, Dario Pavanelloed è dotato di 52 sacchi in cui versare i rifiuti non assimilabili alle categorie da differenziare. La dimensione dei sacchi è stata studiata da esperti ed è adeguata a contenere la frazione, che dovrebbe essere minima, di rifiuti non differenziabili.

Spesso però, i nostri operatori trovano sacchi abbandonati all’esterno dei contenitori grigi: metteremo nelle buche delle lettere un volantino per informare i cittadini che questi sacchi non verranno più ritirati. Chiediamo la collaborazione dei borgosesiani, che hanno sempre eseguito bene la differenziazione e che dunque non devono far altro che tornare ad essere attenti a questa pratica – aggiunge Pavanello – fondamentale per l’ambiente ma anche per il contenimento delle spese, soprattutto in questo periodo storico in cui siamo tutti chiamati a fare i conti con le note problematiche energetiche e di inflazione».

 

Per non commettere errori, si consiglia agli utenti di scaricare sui propri smartphone la semplicissima app Junker, che costituisce un validissimo supporto per la corretta differenziazione dei rifiuti: «Mettiamo a disposizione dei cittadini questa applicazione per i cellulari – dice ancora Pavanello – che contiene all’interno una sezione (in alto a destra, con il simbolo A) in cui vengono elencate le diverse categorie di materiali e la loro corretta differenziazione: usarla è semplice, divertente e gratuito, e consente di ottenere risultati importanti!».

 

Gli uffici Seso sono a disposizione per informazioni al numero 0163.23490 (int. 5 oppure 7)

Torna Indietro